Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

BLOG

La Giornata Mondiale contro gli abusi sugli anziani, ci ricorda di pensare e tutelare il nostro futuro

La Giornata Mondiale contro gli abusi sugli anziani, ci ricorda di pensare e tutelare il nostro futuro

Il 15 giugno si celebra la Giornata Mondiale contro gli abusi sugli anziani giornata scelta dall’Organizzazione delle Nazioni Unite nel 2011 per sensibilizzare le persone contro ogni tipo di abuso verso le persone anziane.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, rientrano nella categoria di abusi sugli anziani “tutti gli atti singoli o ripetuti che si verificano all’interno di una relazione in cui vi è un’aspettativa di fiducia e che provocano danni o angoscia a una persona anziana”.

Una dicitura che lascia ampio spazio a molte forme di abusi: fisici, psicologici, emotivi, sessuali ed economici. Ne fanno parte anche i casi di abbandono, sia intenzionali che non. 

Secondo le stime italiane circa 4 milioni di anziani del nostro paese soffrono per mano di familiari, vicini di casa, badanti od operatori sanitari. E il fenomeno degli abusi sembra purtroppo essere in aumento a causa dell’incremento della popolazione anziana. 

Si stima, infatti, che tra un periodo temporale che va dal 2019 al 2030 ci sarà una sostanziale crescita del numero degli anziani nel mondo, un aumento quindi del 38% circa.

I senior quindi passeranno dall’attuale un miliardo a 1,4 miliardi, superando i giovani. Una crescita che avverrà in maniera più rapida e incontrastata nei paesi in via di sviluppo.

Sono numeri che fanno riflettere, e ci spingono a pensare alla necessità di porre più attenzione alle sfide che colpiscono gli anziani, in primis nel campo dei diritti umani: solitudine, mancanza di accesso ai servizi, soprattutto sanitari e isolamento.

Secondo l’ultimo report diffuso dall’OMS nel 2015, che analizza dati provenienti da 28 paesi, circa il 16% delle persone over 60 ha dichiarato di aver subito una qualche forma di abuso:

  1. di tipo psicologico l’11,6%;
  2. economico, il 6,8%;
  3. legato all’abbandono, 4,2%;
  4. fisico 2,6%;
  5. sessuale 0,9%.

I dati, tuttavia, potrebbero essere sottostimati, poiché solo 1 caso su 24 viene effettivamente denunciato.

Ed è altamente probabile che il numero di casi di abuso possa aumentare in futuro, per un numero di casi che si aggirerebbero intorno ai 320 milioni di vittime, concentrate in prevalenza nei paesi a medio e basso reddito.

Oggi in Italia le persone che prestano assistenza agli anziani sono oltre 7 milioni e per il 30% si tratta di un impegno gravoso che pesa come un vero secondo lavoro, con più di 14 ore settimanali dedicate alla cura del proprio famigliare. Chi ne ha la disponibilità economica ricorre al privato, con una spesa che in maggior parte grava direttamente sulle famiglie e che nel 2021 ha raggiunto oltre 136 miliardi, pari al 7,8% del Pil, con una spesa media annua di più di 10 mila euro per il 17% dei nuclei famigliari.

Purtroppo la violenza all’anziano “è spesso l’esito di situazioni complesse e delicate – spiega Anna Castaldo docente del corso di laurea in Infermieristica dell’Università degli Studi di Milano e coordinatrice del gruppo di lavoro SIGG su abusi agli anziani -. La coabitazione, l’assistenza quotidiana e continua senza sosta da parte dei caregiver, l’assenza o la scarsità di assistenza e di supporto sociale e sanitario, sono fattori che sommati a quelli potenziali individuali dei caregiver, possono portare all’ennesima potenza il rischio di abuso.

Date le dimensioni mondiali dell’emergenza, dal maggio 2016 l’OMS ha adottato una strategia globale per orientare l’azione dei singoli paesi nella prevenzione degli abusi sugli anziani. Il piano di azione coordinato comprende:

– il potenziamento della raccolta delle informazioni in quei paesi dove i dati sono ancora insufficienti, come il Sud-Est Asiatico, il Medio Oriente e alcune zone dell’Africa;

– il potenziamento della prevenzione e della raccolta dei dati in tutti i paesi membri, nei settori in cui più facilmente si verificano casi di abuso, come quello sanitario e  socio assistenziale, con adeguati percorsi di orientamento e formazione dei caregiver;

– implementazione di campagne informative e azioni di sostegno ai governi locali nel contrasto agli abusi sulle persone anziane.

L’obiettivo di questa giornata è proprio questo: riportare l’attenzione sull’importanza di assicurare ai propri cari non autosufficienti le migliori forme di assistenza e sostegno possibili per aiutarli  ad affrontare il momento difficile e complicato che stanno passando. 

Categorie

Articoli correlati

Il 15 Giugno si celebra la Giornata Mondiale contro gli abusi sugli anziani per portare l’attenzione sull’aumento di situazioni di abusi e isolamento a cui sono sottoposte le persone non autosufficienti. Questa giornata cerca di abbattere il muro dell'indifferenza e ricordare quanto è importante assicurare ai propri cari non autosufficienti e ai loro caregiver la migliore assistenza sanitaria e di sostegno possibile.

Informazioni

Rendita

Quanto ti serve per mantenere la tua indipendenza economica anche in caso di non autosufficienza? Consideriamo che una casa di riposo costa mediamente €3.000/mese, una RSA €2.700/mese e una badante incide mediamente per 1.850€/mese più vitto e spese. Richiedi una consulenza personalizzata.

Informazioni

Premio

II welfare consente di abbattere il cuneo fiscale e prevede diversi vantaggi rispetto all’acquisto individuale, come ad esempio:

  • costo notevolmente più basso
  • nessuna selezione medica
  • garanzie fortemente percepibili dai Dipendenti Richiedi una consulenza personalizzata.

Informazioni

Assistenza

La Salute e il Benessere si confermano al centro delle priorità delle persone e delle comunità, non solo per i senior, ma anche per i più giovani. Lo Stare bene e il sentirsi in forma sono elementi imprescindibili per avere fiducia e slancio, con una nuova energia e impulso alla vita.

Immagina Adesso Salute & Benessere propone una soluzione assicurativa completa ed evoluta con servizi e tutele per qualsiasi imprevisto legato alla salute. I suoi principali punti di forza sono:

  • è ricco di opzioni e servizi – dalla prevenzione alla cura anche grazie a check up specialistici periodici e personalizzati
  • è su misura e alla portata di tutti – dal rimborso spese completo a formule di protezione più specifiche come per le cure oncologiche. Inoltre può assicurare indennizzi e rendite vitalizie in caso di ridotta capacità lavorativa a seguito di infortunio o malattia
  • dà più protezione quando più serve – con l’opzione a vita intera la salute diventa davvero senza scadenza
  • orienta e indirizza verso il proprio benessere – consulenze personalizzate assistono il cliente nel migliorare la sua salute e il suo stile di vita, dal medico al nutrizionista
  • è sempre accessibile – tramite app è facile accedere al consiglio medico, alla ricerca di una struttura sanitaria convenzionata o all’inoltro di un rimborso sanitario

Informazioni

Assistenza

I servizi di Prevenzione e Assistenza, sempre inclusi, prevedono in caso di emergenza un pronto intervento di artigiani specializzati (idraulico, elettricista, fabbro, risanamento e asciugatura dell’abitazione a seguito di un danno d’acqua, vetraio) e un pronto intervento per contenere i danni (trasferimento di mobili, trasloco, invio di un sorvegliante, spese di albergo, impresa di pulizie, rientro anticipato dell’assicurato in viaggio). E’ previsto inoltre l’invio di un tecnico riparatore di elettrodomestici, di un termoidraulico o di un tapparellista come anche di un/una colf.
Potrai anche seguire a distanza la casa ponendo in essere azioni di prevenzione. Il Kit autoinstallante prevede un‘unità centrale e dei sensori che attivano diversi servizi quali la gestione di allarme d’acqua, fumo, movimenti, assenza corrente elettrica. Attraverso App dedicata è possibile inquadrare da remoto l’ambiente su cui è posta la telecamera o monitorare lo stato dei sensori. Infine, un pulsante posto sulla centralina, “SOS Button”, permette di chiamare direttamente la Struttura organizzativa.

Informazioni

Assistenza

Per il servizio di Prevenzione e Assistenza, è possibile scegliere fra:

Assistenza Cucciolo Start con la consulenza veterinaria e di un nutrizionista, il servizio di segnalazione di un Pet Sitter e l’eventuale invio, la segnalazione di Centri/Cliniche veterinarie in Italia, di pensioni e di scuole di addestramento e inoltre, prima di mettersi in viaggio, informazioni veterinarie dei luoghi Pet-friendly.

Assistenza Cucciolo Plus che integra le prestazioni presenti in Start e, per l’animale identificato, offre la Second Opinion veterinaria e servizi in caso di smarrimento del proprio amico a quattro zampe con il recupero dell’animale domestico ritrovato e la segnalazione avvistamenti.

Cucciolo In Touch è la soluzione che permette di tenere il proprio cane o gatto sempre sotto controllo. Il sensore legato al collare del nostro animale permette di attivare vari servizi. Cerca Animale per attivare la modalità di ricerca della singola posizione dell’animale. Live Tracking per tracciare la direzione dell’animale. Recinto Virtuale per selezionare un’area sulla mappa – il recinto virtuale – all’interno della quale si desidera monitorare l’uscita o l’entrata dell’animale. Il monitoraggio dell’animale per conoscere le informazioni relative all’attività dello stesso calcolando indicativamente anche le calorie che potrebbe aver consumato. Il pulsante SOS Button permette di inviare la posizione geolocalizzata dell’animale.

Informazioni

Capitale

Quale danno economico causerebbe la tua prematura scomparsa alla tua famiglia? alla tua Azienda? alle persone che ami? il capitale di 50.000€ è solo un’ipotesi, parliamone insieme. Richiedi una consulenza personalizzata.

Informazioni

Premio

A fronte di un premio versato per una durata limitata nel tempo che decidi tu, in caso di non autosufficienza una rendita rivalutabile che dura per tutta la vita